sabato 13 dicembre 2008

1

In un libro tutta la vita spericolata di Vasco

Il popolo del Blasco avrà un oggetto da comprare, da regalare, da possedere orgogliosamente anche in questo fine d'anno. E' nelle librerie VASCO ROSSI, una vita spericolata, volume autobiografico scritto da Massimo Poggini, giornalista tra gli amici più intimi del signor Rossi. Il libro racconta (anche con 32 pagine di foto inedite) gli esordi di quella che oggi è l'unica vera rockstar italiana, la sua ascesa verso il grande successo, la fragilità interiore e i momenti privati.

Da 20 persone alle folle di San Siro - Nel ripercorrere la vita e la carriera di VASCO ROSSI, Poggini è partito dal 1979, anno in cui i due si incontrarono in una manifestazione musicale dove il Blasco cantava Albachiara in playback, nella sostanziale indifferenza generale. In quel periodo il rocker di Zocca suonava di solito di fronte a 20 o 50 persone, aveva seri problemi di timidezza e faceva di tutto per non salire sul palco. Poi l'esplosione in radio con Vita spericolata e Bollicine, in una inarrestabile corsa al successo che oggi vede i suoi concerti trasformarsi in eventi collettivi, come hanno dimostrato le folle oceaniche a Imola e San Siro.

Vita normale? Solo negli Usa - In una recente intervista Massimo Poggini ha raccontato come VASCO ROSSI riesca a fare una vita regolare solo quando sta a Los Angeles, dove ha tempo per stare con gli amici e può fare jogging o girare in strada senza essere assalito dai fans. Lo stesso VASCO ammette di essere ancora vivo perché dopo aver capito che il personaggio della rockstar era proponibile solo sul palco, senza lasciare che travolgesse la sua vita privata.

La tristezza e l'Italia poco amata - Ancora Poggini, autore di VASCO ROSSI, una vita spericolata, rivela che il rocker più amato dagli italiani non ama granché l'Italia, di cui soffre la confusione e la mancanza di rispetto. Secondo il giornalista-biografo sempre più spesso VASCO soffre di momenti di tristezza, spesso si sveglia e piange, molto probabilmente a causa della perdita della privacy dovuta alla fama. Tra i colleghi che lo amano ci sono sicuramente Laura Pausini, Eros Ramazzotti e Biagio Antonacci. In chiusura, un'ultima curiosità: qual è il rapporto di VASCO ROSSI con il denaro? Poggini non ha dubbi: ne ha tanto ma non gli ha mai attribuito particolare importanza, in ogni caso non vive per i soldi.

Fonte della notizia: musica.tiscali.it
Sito web: musica.tiscali.it



mercoledì 10 dicembre 2008

0

Ovunque primo!

Zeitgeist 2008, la speciale rassegna elaborata da Google che ogni anno monitora i termini più cliccati sul suo motore di ricerca, ha stilato la classifica.
Alla voce Concerti (in Italia) VASCO ROSSI risulta al primo posto!
Al 2° posto Ligabue ed al 3° Madonna.
Se volete vedere le classifiche di oltre 30 paesi, questo è link: google.com/zeitgeist2008



giovedì 4 dicembre 2008

0

Amnesty International

Milano, 28 novembre 2008 - “Desideri all’asta” è l’appuntamento natalizio che offre la possibilità a tutti di realizzare un desiderio, acquistando un oggetto o vivendo una situazione conviviale con un personaggio famoso e insieme sostenere Amnesty International, l’organizzazione internazionale che da oltre 40 anni agisce in difesa dei diritti umani.
Per questa ottava edizione, che è partita sul sito www.ebay.it il 12 novembre e che proseguirà fino a mercoledì 17 dicembre, tanti amici del mondo dello spettacolo della cultura e dello sport hanno deciso di sostenere nuovamente la campagna di Amnesty International “Mai più violenza sulle donne”.

Dal 3 dicembre al 10 dicembre gli utenti di eBay potranno aggiudicarsi ancora situazioni e oggetti incredibili, come per esempio la mitica felpa gialla di VASCO ROSSI autografata e indossata dalla rockstar durante il tour 2008 “Il mondo che vorrei”;


una copia autografata da Piero Pelù di “Novantanovefoto”, raro booklet fotografico del Terremoto Tour del 1994; la celebre maglia “Bagnomaria” autografata da Giorgio Panariello; il cofanetto della “Divina Commedia” autografato da Roberto Benigni e Nicoletta Braschi; la camicia di Christian MeyerElio e le Storie Tese indossata durante il Tour 2008, la camicia ufficiale del Ducati Xerox Team autografata da Troy Bayliss, un’opera del Maestro Florio e molte altre sorprese.

Anche per questa edizione l’asta sostiene la campagna mondiale “Mai più violenza sulle donne” che Amnesty International ha avviato nel maggio 2004. La campagna affronta le diverse violazioni dei diritti delle donne: dalla violenza domestica alla tratta, dagli stupri durante i conflitti alle mutilazioni genitali. Questa campagna vuole porre fine a tutto questo, denunciando il fenomeno, portando solidarietà e aiuto alle persone che in tutto il mondo difendono i diritti delle donne e delle bambine, ottenendo giustizia su casi concreti di violazioni, promuovendo programmi di educazione ai diritti umani e lanciando iniziative di sensibilizzazione sui diritti delle donne.
Purtroppo in molti Paesi la violenza sulle donne comincia tra le mura domestiche: quest’anno “Desideri all’asta” sarà legata proprio a questo tema e, in particolare, all’iniziativa di Amnesty International in favore delle donne messicane, per sostenerle nella lotta alla violenza ed affiancarle per permettere loro di denunciare, ottenere giustizia e protezione.
Per partecipare all’asta, basta collegarsi e iscriversi al sito eBay.it anche attraverso il sito www.amnesty.it, cliccare su “Desideri all’asta” e rilanciare sul prezzo di partenza che per tutti i lotti e di 1 Euro.

Ogni mercoledì si potranno scoprire nuovi e prestigiosi lotti.


Coordinamento Generale:
Aragorn
Comunicazione, eventi, fundraising per il nonprofit
Via Vittoria Colonna 49 - 20149 Milano www.aragorn.it
Tel. 02 465.467.1 Fax: 02 465.467.77
alessandratonini@aragorn.it - veronicavalenti@aragorn.it



lunedì 1 dicembre 2008

0

Inter...vista

Interessante inter...vista sul sito ufficiale vascorossi.net al Blasco.
Per leggerla clicca qui.

Fonte della notizia: vascorossi.net
Sito web: www.vascorossi.net



venerdì 28 novembre 2008

0

Vasco Rossi: "Uscire dalla droga è stato terribile"

VASCO ROSSI ha deciso di svelare le sue pecche in una lunga intervista. Lo fa senza peli sulla linga e dice: "Chi è Vasco? È un artista, un musicista che ha imparato a suonare uno strumento, la chitarra, che scrive canzoni e le canta. Se non le avesse scritte, gli altri non le avrebbero cantate". Il più grande rocker italiano si dipinge proprio con queste parole e spiffera tutto sulla sua vita e sulla famiglia, parla della sua compagna con la quale sta da oltre 20 anni, Laura Schmidt e del figlio Luca.

Tra il 1979 e il 1980 si fa notare ed è subito una star. Incide canzoni ma il botto lo fa con la famosissima Albachiara. Ma tra i ricordi dei suoi successi, non nega di aver fatto di uso di sostanze stupefacenti: "Ho passato un periodo negli anni Ottanta di anfetamina, cocaina, di tutto. Ne sono uscito, ci ho messo un bel po', è stata durissima, perché uscire dalla dipendenza soprattutto dell’anfetamina è terribile".

Il cantante si rivolge ai giovani di oggi e spiega che la vita normale ha già un tasso di adrenalina alto e non bisogna quindi ricorrere a sostanze dannose: "Facciamo prestissimo, allontaniamo i giovani dalla droga, basta che glielo diciamo perché è vero. Mi diceva un mio professore di italiano 'ricordatevi che la cosa più difficile è essere normali, non essere dei fenomeni".

Tutti pazzi per VASCO - Dopo i concerti e dopo aver incontrato 70.000 persone come a San Siro dice: "Mi faccio una doccia fredda e soprattutto faccio fatica a mettermi a dormire. Un po' di delirio di onnipotenza c’è dopo. Quando io canto una canzone sul palco non è che la canto o la interpreto, io la vivo, spiega Vasco Rossi, a quel punto lì sento che arriva questa emozione perché poi mi ritorna, come un’ondata enorme, ed è lì che poi alla fine viene il delirio di onnipotenza in effetti. Infatti dopo, la notte, continuo a fare di tutto, non dico quello che faccio perché è meglio che non lo diciamo in tv, però poi mi pento di quello che ho fatto nel momento del delirio di onnipotenza".

Un cantante ribelle - Ma gli amici nonostante il suo successo lo bacchettano perché al termine di un concerto non saluta i fan: "A me piace andar via senza dir niente perché quando saluto mi viene una tristezza pazzesca. Chiedo scusa e comprensione per questa faccenda. Volete mettermi tristezza? No. Voi volete darmi gioia no? Quindi, ecco lasciate che non vi saluti quando vado via, tanto torno".

Fonte della notizia: musica.tiscali.it
Sito web: musica.tiscali.it



lunedì 24 novembre 2008

0

La storia siamo noi

"La storia siamo noi" è il titolo dello speciale dedicato a VASCO che andrà in onda mercoledì 26 alle 23.30 su raidue.

Fonte della notizia: vascorossi.net
Sito web: www.vascorossi.net



venerdì 14 novembre 2008

1

Piccolo spazio pubblicità

E' uscito da un paio di settimane il nuovo album di una band italiana che seguo sempre con molto interesse da una decina d'anni.
Si tratta dei Negrita e l'album si intitola Helldorado.
Però non son qui a fare pubblicità a questo (anche se ne consiglio almeno un ascolto!), ma perchè i Negrita hanno sempre appoggiato in prima linea molte iniziative benefiche.
Negli ultimi anni gli sforzi si sono intensificati e indirizzati in modo più mirato.

Ecco la scheda del progetto attuale:
Zona: Kajiado.
Stato: Kenia al confine con la Tanzania.
Segni particolari: alle falde del Kilimangiaro. Una delle zone più aride del mondo.
Tribù: Masai.


VASCOMANIA.it appoggia in pieno il progetto.
Sarebbe bello per Natale donare qualche euro ai più bisognosi...

Per maggiori dettagli, clicca qui



martedì 4 novembre 2008

0

Dati spettacoli 1° semestre 2008

Riportiamo poche (ma significative righe) della conferenza di presentazione dei dati statistici SIAE relativi alle attività spettacolistiche, in Italia, del primo semestre 2008.

"...Per i concerti di musica popolare, quello di Bruce Springsteen al primo posto, seguito da Vasco Rossi, che fa la parte del leone con 7 eventi nella top ten..."


Fonte della notizia: siae.it
Sito web: www.siae.it



sabato 25 ottobre 2008

0

Vasco, il cantante (vivo) da museo

Zocca come Memphis.
La città di VASCO ROSSI come quella di Elvis Presley, grazie a un museo: negli Usa l'esposizione di memorabilia dedicate al profeta del rock regge l'intera economia della zona, in Italia si sta creando un museo su VASCO ROSSI, con la differenza che qui il protagonista è ancora vivo e vegeto.
Blasco è nato in questo paese dell'appennino modenese e il museo, con annessa vendita di gadget, dovrebbe calamitare fans e turisti.
Si tratta del primo, grande museo italiano dedicato a un cantante vivente, quindi unico nel suo genere: un altro museo dovrebbe sorgere a Modena, all'interno del Futurshow Village. Sarà dedicato a Luciano Pavarotti, su iniziativa di Claudio Sabatini e Nicoletta Mantovani, ma il progetto è ancora nella fase ideativa e comunque sarà realizzato alla memoria.
VASCO ROSSI è invece al top della popolarità e sarà lui a inaugurare il "suo" museo, voluto dal comune con una delibera bipartisan. Tutte d'accordo le forze politiche: sarà allestito all'interno del costruendo teatro polivalente. E la macchina promozionale del comune dovrà fare da battistrada per pubblicizzarlo, non solo in Italia. "Saranno proposte fotografie inedite, le copertine dei dischi, lettere, manifesti, premi vinti", dice Carla Dallari, amica da una vita di VASCO ROSSI alla quale è stato affidato l'incarico dell'allestimento. "Il materiale è talmente vasto che il museo potrà continuamente aggiornarsi e cambiare aspetto".
Già arrivano a Zocca, ogni anno, migliaia di fans dell'artista per vedere la sua casa di nascita e vergare frasi d'ammirazione sui muri. Saranno, questi aficionados, lo zoccolo duro dei visitatori del museo, che potrebbe essere il primo di una serie dedicati ai big della canzone lungo la Penisola. Cremona potrebbe puntare su Mina, Milano su Adriano Celentano, Bologna su Gianni Morandi, e così via.
"La struttura, cioè il teatro e il museo, a fianco del comune", dice Carlo Leonelli, sindaco di Zocca, "costerà 440 mila euro, speriamo di inaugurarla prima della prossima estate". Il museo cercherà di attirare visitatori anche attraverso internet: la promozione, con l'indicazione del calendario delle iniziative, avverrà attraverso il sito del comune di Zocca: www.comune.zocca.mo.it.
Qui VASCO ROSSI nacque il 7 febbraio 1952 e nel 1965 vinse un concorso per ragazzi, l'Usignolo d'Oro, con la canzone "Come nelle fiabe". Poi con alcuni ragazzi di Zocca fondò le sue prime band, i Killer e i Little Boys. Nel 1977 il successo col primo 45 giri: "Jenny e Silvia". Sarà proprio la documentazione di questi esordi, che per lo più non compare nelle biografie, il piatto-forte del museo, dove sarà possibile acquistare tutto quanto si rifà all'artista, dalle magliette ai cd, dai libri agli occhiali. Il museo diventerà un formidabile strumento turistico per la piccola città appenninica, anche attraverso la rete. Un business per ristoranti, negozi, alberghi ma anche per la società che riscuote le royalty del cantante. VASCO ROSSI ha detto sì e sarà il suo regalo alla città natale, 4.800 abitanti, dove si è recato non molto tempo fa per ricevere la cittadinanza onoraria, intervenendo nel corso di un consiglio comunale straordinario. In quell'occasione nacque l'idea del museo. Sono occorsi i tempi burocratici del progetto, della sua approvazione e della costituzione dello staff coordinato da Dallari. Poi finalmente la posa della prima pietra e ora si contano le settimane per tagliare il nastro, con le forbici in mano alla rockstar.

Carlo Russo


Fonte della notizia: yahoo.it
Sito web: www.yahoo.it



venerdì 24 ottobre 2008

1

Da oggi al cinema



giovedì 23 ottobre 2008

0

Inedita versione di "E adesso che tocca a me"



martedì 21 ottobre 2008

0

Albakiara, Vasco Rossi fa dimenticare Federico Moccia

Distribuito da Mikado, arriva nei cinema il prossimo 24 ottobre il teen movie noir di Stefano Salvati, con Raz Degan, Dario Bandiera, Alessandro Haber e Davide Rossi, Albakiara, diretto da Stefano Salvati.
Albakiara vuole raccontare i ragazzi di oggi partendo dalla celebre canzone di VASCO ROSSI e soprattutto smitizzando i ragazzi portati sul grande schermo da Federico Moccia e simili.
La protagonista Chiara (Laura Gigante) è un'adolescente apparentemente candida ma in realtà, come le sue coetanee, si diverte con canne (comprate dal bidello dalla scuola), ecstasy o paglini (sigarette con sopra la cocaina) e registrando con il telefonino i nuovi record di sesso orale dell'amica.
L'amore della vita di Chiara è Nico (Davide Rossi), dj ventenne che arrotonda vendendo sul suo sito porno le sedute di sesso di gruppo che fa con le amiche; Chiara, che vive con la madre sempre assente, e Esmeralda, la sorella visionaria e innocente pensa di avere la grande occasione quando trova i 200 kg di cocaina che lo zio (Alessandro Haber), morto da poco, aveva rubato con due complici.
Non sa però che sulle tracce di quella droga c'é un poliziotto psicopatico e corrotto (Raz Degan),che pronuncia la battuta cult del film: "E' finito il tempo delle mele , put...".
Salvati ha detto di aver potuto fare "Albakiara con il K, solo grazie a Vasco Rossi. L'idea mi è venuta dopo aver intervistato, per capirne i gusti, prima 40 e poi altri 800 ragazzini tra i 13 e i 17 anni. I loro racconti mi hanno sconvolto. Da questo choc è venuta l'intuizione di un film che fosse una provocazione".
Forte nei contenuti, Albakiara è stato vietato ai minori di 14 anni e VASCO ROSSI, che ha appoggiato il progetto, ha concesso non solo un'inedita versione di 5 minuti di Albachiara ma anche altri classici come Rewind e Bollicine.


Fonte della notizia: dgmag.it
Sito web: www.dgmag.it



domenica 19 ottobre 2008

0

De André, il film

Il documentario «Effedia - Sulla mia cattiva strada» di Teresa Marchesi

«Un poeta rock, sempre dalla parte dei perdenti»
Il cantautore «svelato» da Vasco, Pivano, Wenders

MILANO — Non aveva camicie bianche né indirizzi in tasca, segreti in banca né voglia di farla franca... Non aveva la faccia tosta, ma un bel volto malinconico, smitizzato da contagiose risate. Quello che Fabrizio De Andrè non aveva era il comune senso della vita, della morte, della morale. Era un poeta, si dirà. Ma lui, da uomo di spirito, negava anche questo. «Benedetto Croce sosteneva che fino a 18 anni tutti scrivono poesie, poi quelli che continuano a farlo o sono poeti o sono cretini. Per non rischiare, preferirei chiamarmi cantautore», spiegava ironico.

«E invece Fabrizio è tra i grandi poeti del rock, anzi per me è un santo», assicura oggi Wim Wenders, che lo colloca nel suo empireo musicale, accanto a Dylan, Morrison, Cohen, Brel. E in Palermo Shooting, il suo nuovo film tra poco nelle sale, inserisce come un manifesto Quello che non ho. Wenders confessa l'emozione De Andrè. E a condividerla con lui Nanda Pivano e Fiorello, Vasco e Zucchero Castellitto e Salvatores. Tutti riuniti in Effedia - Sulla mia cattiva strada, documentario di Teresa Marchesi, il 29 ottobre al Festival del film di Roma, dal 31 ottobre in dvd per la Sony. Un ritratto toccante, una lettera d'amore dedicata a tutti i «missionari di De Andrè del mondo». Marchesi, inviata del Tg3, ha attinto alle tante interviste, molte inedite, realizzate con l'amico Fabrizio, ma ha anche preso a prestito un paio di brani di Vincenzo Mollica e usato materiali d'archivio Rai (servizi di Luzzatto Fegiz) e della Fondazione De Andrè, produttrice del film.

«E' un lavoro che andava fatto, un documento in dvd su Fabrizio non esisteva», spiega Dori Ghezzi, vedova del cantautore genovese, auspicando che Effedia (acronimo della Fondazione) aiuti a far uscire dai nostri confini l'immagine di Fabrizio. Un progetto sinergico con la mostra multimediale su De Andrè che si aprirà a Genova, a Palazzo Ducale, il 30 dicembre per i 10 anni della sua scomparsa, a 59 anni, l'11 gennaio 1999. Celebrazioni che, annuncia sempre Wenders, culmineranno in un grande concerto a New York. Intanto, a svelare un Fabrizio privato e politico, è il film di Marchesi. De Andrè racconta il suo essere da sempre dalla parte dei perdenti: «Già alle medie stavo con i Troiani contro gli Achei». Contro la guerra, la sua feroce stupidità, lui, anarchico schierato, scrive La guerra di Piero, La ballata dell'eroe... Contro l'emarginazione canta ladri e prostitute, veri eredi del regno dei Cieli. A Michele Aiello, «immigrato finito in galera», dedica La ballata del Michè. A Pasquale Cafiero, secondino a Poggioreale, Don Raffaè.

Vasto il capitolo donne. Da Marinella, che grazie a Mina gli dà i proventi per continuare a scrivere canzoni, alla «scandalosa» Boccadirosa, a Chiara di Via del Campo. «Mi ero invaghito di lei, dopo un po' ho scoperto che si chiamava Giuseppe. Non è successo niente, ma ho contribuito al suo desiderio di diventare donna». E poi la Nanda. Alla Pivano chiede di poter trasformare in canzoni alcune poesie di quella Antologia di Spoon River da lei tradotta. Nel '93, al Premio Tenco, Nanda dichiara: «Si dice che Fabrizio sia il Dylan italiano, perché non dire che Dylan è il Fabrizio americano?». Tentato da un Gesù più umano che divino, compone Preghiera in gennaio, giudicata blasfema perché un «Dio di misericordia» accoglie in Paradiso i suicidi, e rilegge i Vangeli apocrifi ne La buona novella, proibito in radio per due anni, sdoganata da Radio vaticana che riconosce sotto il taglio laico l'assoluto rispetto per la rivoluzione di Gesù. Perdono, è il messaggio che De Andrè mette in atto.

Sequestrato con Dori dai banditi sardi, cerca di capirne le ragioni: «L'arrivo di stranieri ricchi in una terra povera ha sconvolto un ordine antico. Il sequestro è un atto ignobile, non lo giustifico intellettualmente ma sentimentalmente sì». Al popolo sardo dedica un album, in copertina un pellerossa. Gente di riserva, vittime di dominazioni. «Colombo non ha scoperto l'America. Gli indiani ci vivevano già. Il 12 ottobre 1492 è la data d'inizio del loro sterminio. Tracce di quella cultura pellerossa si possono trovare tra le minoranze, i nomadi». E su quelle parole scorrono le immagini del campo rom di Ponticelli, barbarie 2008. «Fabrizio aveva anticipato ogni cosa, forse per questo è così in sintonia anche con i giovani di oggi», assicura Marchesi. De Andrè l'abbiamo cantato tutti, lo canteranno ancora. Ci prova Battiato, ma poi si commuove e si interrompe. Ci prova Fiorello, che improvvisa Bocca di rosa. «Doveva essere un bel "cazzaro" — ride —. Te lo immagini a cena con il suo amico Villaggio? Non so cosa avrei dato per esserci».

Giuseppina Manin


Fonte della notizia: corriere.it
Sito web: www.corriere.it



sabato 18 ottobre 2008

0

A tu per tu con Vasco

Il rocker di Zocca racconta il suo ultimo tour alle telecamere di MTV
VASCO ROSSI è il Re indiscusso del rock italiano e con il suo ultimo Vasco.08 Live In Concert Tour ha dimostrato di avere ancora tanto da dare alla musica e al suo pubblico che da anni lo segue instancabilmente.

Poco prima della chiusura del tour, le telecamere di MTV Italia lo hanno raggiunto a Torino per tirare un po' le somme di questa sua ultima avventura on the road. Il rocker di Zocca si è detto molto soddisfatto perché, nonostante le difficoltà e i problemi che ogni tour comporta, riesce ancora a sorprendersi del supporto dei suoi fan "che non perdono mai l'entusiasmo e si mostrano convinti fino all'ultimo brano senza distrarsi nemmeno per un secondo... E' stato un tour straordinario" ha ribadito il Blasco.

Il tour si è concluso da poco e adesso VASCO è pronto a godersi un meritato riposo. In attesa delle sorprese che sicuramente preparerà prossimamente, guarda cosa ci ha raccontato...

Guarda la video intervista

Fonte della notizia: mtv.it
Sito web: www.mtv.it



0

Albakiara e le altre (ovvero i film dedicati alle cattive ragazze)

La canzone di VASCO la conosciamo tutti. Ma per il film Albakiara scordatevi la ragazzina timida che cammina per strada mangiando una mela coi libri di scuola.
La protagonista di questa pellicola, interpretata dalla bella Laura Gigante, è l’anti-albachiara per eccellenza. Va male a scuola, odia studiare, e non si vergogna di niente.
Per attirare l’attenzione farebbe di tutto, i vestiti li adora ed è innamorata di un Dj che gestisce un sito porno. Se non bastasse la sua passione sono le “serate gangster”: notti a base di festini, droga, corse in macchina e sesso con gli sconosciuti.
Si allunga la lista dei film dedicati alle cattive ragazze.

Fonte della notizia: filmblog.girlpower.it
Sito web: filmblog.girlpower.it


Dal 24 ottobre al cinema.
Con la sceneggiatura di Stefano Salvati e Carlo Lucarelli
Musiche di Gaetano Curreri e Frank Nemola e con le canzoni di VASCO ROSSI
Regia di Stefano Salvati

Trailer ufficiale:


L'inizio del film non censurato:


Sito web: www.albakiarailfilm.it
Canale YouTube: http://it.youtube.com/user/albakiarailfilm



lunedì 13 ottobre 2008

0

Risultati sondaggio

TI ASPETTAVI PIU' NOVITA' NELLA SCALETTA DELLA 2° PARTE DEL TOUR VASCO.08 IN CONCERT?
Numero voti totali: 41

Sì, molte - 4 voti (9%)
Sì, qualcuna in più - 17 voti (41%)
No, va bene così - 20 voti (48%)



domenica 12 ottobre 2008

0

Calendario 2009

Si trova già presso Mondadori, Feltrinelli, Messaggerie Musicali etc... il nuovo calendario 2009 di VASCO ROSSI.
Le foto sono tratte dal servizio fotografico del nuovo album 2008 (Il mondo che vorrei), dal tour 2007 ed i disegni del dvd vasco@olimpico.07
Qui sotto trovate un'immagine di copertina e retro.
Il costo è di 9,90 euro.



mercoledì 8 ottobre 2008

3

vasco@dall'ara.08?

La domanda non è casuale.
Tra le date di Bologna e Torino c'è stata una sostanziale differenza: le telecamere.
A Bologna (io ho visto la data del 19 settembre ma penso sia stato così anche il 20) c'era una cinepresa mobile tra la cerchia e il resto del prato.
Una camera scorrevole, tipo quelle usate da SKY, che si vedono a bordo campo nelle domeniche calcistiche.
Oltre a questa ce ne era una "sospesa" su un cavo d'acciaio che era sostenuta da una parte del palco (alla destra guardandolo frontalmente) e dall'altro da una gru.
Sul prato in fondo poi c'erano delle strutture con casse (cosa comunque solita) e luci stroboscopiche.
A Torino invece solo le riprese sotto al palco come in tutte le date del tour...
Non ci resta che aspettare e vedere se queste supposizioni sono fondate!



domenica 5 ottobre 2008

1

Un senso, la cerchia, ce l'ha?

Si accendono le luci.
La gente sfolla.
Finisce la prima delle due date torinesi del VASCO.08 LIVE IN CONCERT.
Siamo in cerchia, come spesso capita per merito (ore di attesa) e non per "aiutini" (stupido? mah).
Siamo fatti così, pensando che una cerchia ce la si deve meritare (discorso per alcuni stupido... per altri meno).
La cerchia è il cuore!
La cerchia dovrebbe essere il luogo della gente più "carica" che aspetta il via del concerto per cantare, pogare, applaudire, fischiare ("...certe notti...") e saltare più del resto dello stadio.
No non c'è discriminazione in questa frase, ma vedo la cerchia come la "curva" di una squadra di calcio, basket etc...
Ecco in questo senso la cerchia di Torino (del 4) è stata, a mio avviso, la peggiore delle date che ho fatto quest'anno.
Perché?
Perché non capisco chi porta la ragazza e, con i gomiti allargati, pretende che la gente intorno stia ferma!
Logico che alla fine, se non si tiene in mente che un litigio può rovinare una giornata, scappi qualche inutile rissa.
Il termine "pogare" usato prima, ovviamente è inteso come gesto d'allegria e non di prepotenza.
Proprio per questo il "piazzarsi" ha poco senso dentro li...
Poi quando vedi un ragazzo (non interessa sapere se avesse torto o ragione) tagliato all'altezza del sopracciglio che perde sangue mentre sul palco c'è VASCO... bhé ti rendi conto (almeno per come son fatto) che, l'amore per VASCO e per un concerto, lascia spazio all'ignoranza...
Fortunatamente non è sempre così e, nella stragrande maggioranza delle volte, la cerchia crea amicizie/conoscenze e un gruppo festoso che da nord a sud ci unisce tutti nel nome di VASCO!



venerdì 3 ottobre 2008

2

Nuovo videoclip!

Si può vedere sul sito ufficiale vascorossi.net il nuovo videoclip di VASCO.


Si tratta di E adesso che tocca a me tratto dall'ultimo album Il mondo che vorrei.
Questo il testo della canzone:

E adesso che tocca a me
[vasco rossi, curreri, fornili]

e adesso che sono arrivato
fin qui grazie ai miei sogni
che cosa me ne faccio
della realtà

adesso che non ho
più le mie illusioni
che cosa me ne frega
della verità

adesso che ho capito
come va il mondo
che cosa me ne faccio
della sincerità

e adesso
e adesso

e adesso che non ho
più il mio motorino
che cosa me ne faccio
di una macchina

adesso che non c'è
più topo gigio
che cosa me ne frega
della svizzera

adesso che non c'è
più brava gente
e tutti son più furbi
più furbi di me

e adesso che tocca a me
e adesso che tocca a me
e adesso che tocca a me
e adesso che tocca a me



lunedì 29 settembre 2008

0

Nuovo sold out per Vasco

Una trentina di brani (il primo è Qui si fa la storia), inclusi due medley, per oltre due ore e mezzo di musica.
È la scaletta del doppio live che VASCO ROSSI terrà sabato 4 ottobre e domenica 5 allo Stadio Delle Alpi di Torino.
Sold out la prima data, mentre per la seconda ci sarebbero ancora (pochi) tagliandi in giro.

Fonte della notizia: metronews.it
Sito web: www.metronews.it



domenica 21 settembre 2008

0

Gruppo-Imbarazzo a Bologna (19 sett)

I jeans, le magliette, le scarpe, la felpa, i panini, i keeway...
tutto pronto già dalla sera prima.
sveglia alle 7.30.
colazione veloce.
direzione centrale.
a Milano pioviggina.
treno ES (iphone, alitalia, caffè e amarcord).
poi Bologna.
autobus e via verso il dall'ara sotto un cielo nuvoloso.
il "gruppo-imbarazzo" (nominato così alle 2 del mattino seguente il concerto per ovvi motivi...) si fa un giro dello stadio sotto un cielo grigio che minaccia acqua.
poi coda, poi keeway venduti a 5 euro da 10, 20, 100 persone.
poi la solita tensione dell'apertura fatta di pioggia e compattamento che a giugno/luglio infastidisce... ma a settembre si sopporta molto meglio!
e così ("finti") tornelli.
e così corsa... corsa... e così gabbia.
qui si alternano storie di problemi di router della DLINK, fili strappati, mezzi sonni, palleggi (1...) con mele giganti...
poi c'è il komandante!*
poi ci siamo noi li sotto che (finalmente) poghiamo sotto i colpi di una batteria che "pacca" a dovere!
le due chicche del live bolognese di venerdì, a mio avviso, sono un VASCO-ligabuniano (si scrive così?) che intona certe notti scherzando (fischi e cori contro Ligabue invece non scherzano!) e poi il dorso nudo (e senza cappello) mostrato alla fine di Albachiara con la passarella di dx (guardando il palco) fatta di corsa con lancio di felpa e maglietta al pubblico!
Balma poi c'è sempre!
i panini sono mangiati in piedi, camminando, tra birra e fanta.
le andate, i ritorni... e le patatine con ketchup sulla navetta (complimenti Bologna per l'organizzazione)
poi la coca (cola) e la fanta.
poi un improbabile frappé alla nocciola.

poi il pavimento della stazione e un'oretta di sonno.
poi la sveglia con un tipo che oblitera sopra le nostre teste in un angolo lateralissimo... mah!
poi è la volta dei sassi di Matera (patrimonio dell'Unesco) e delle lezioni di geografia...
ecco le 4, ecco il treno... ecco Milano.
qui il "gruppo-imbarazzo" si divide in attesa di ritrovarsi il 4 ottobre, direzione torino!
siamo (ancora) vivi!

* tra una pausa e l'altra del concerto ci chiediamo come abbiano fatto uscire le notizie (anni fa ormai...) di un VASCO malato!
vedendolo ai concerti in questa forma, forse, toccherà prima a noi mollare la gabbia!



domenica 14 settembre 2008

0

Risultati sondaggio

IL MONDO CHE VORREI: QUAL'E' LA TUA CANZONE PREFERITA?
Numero voti totali: 1474

Colpa del Whisky - 371 voti (25%)
Dimmelo te - 181 voti (12%)
Gioca con me - 170 voti (11%)
Vieni qui - 168 voti (11%)
Il mondo che vorrei - 148 voti (10%)
E adesso che tocca a me - 139 voti (9%)
Non vivo senza te - 116 voti (7%)
Cosa importa a me - 59 voti (4%
Qui si fa la storia - 42 voti (2%)
Non sopporto - 35 voti (2%)
Ho bisogno di te - 27 voti (1%)
Basta poco - 18 voti (1%)



venerdì 12 settembre 2008

0

Si riparte da Udine

Ma un temporale ha provocato un parziale black out sul palco

(ANSA) - UDINE, 12 SET - E' ripartito da Udine, con l'impianto luci in parte fuori uso per un temporale che ha preceduto il concerto, il tour di VASCO ROSSI.
Il cantante ha aperto lo show citando Spinoza ("chi ha il potere ha bisogno che le persone siano affette da tristezza: noi siamo qui per darvi un po' di gioia") e con Qui si fa la storia, proponendo poi i brani del nuovo album e i titoli storici del suo repertorio.
Nonostante il parziale black out, il concerto ha mantenuto un grande impatto scenografico.

Fonte della notizia: ansa
Sito web: www.ansa.it



martedì 9 settembre 2008

0

Italia, c'è il palco di Vasco "Non ci resta che cantare"

La presenza della grande struttura allo stadio Friuli, che domani ospita la sfida con la Georgia e venerdì il prossimo concerto del cantante, ha suscitato qualche perplessità, smorzata però dalla Federcalcio e dai giocatori. E il c.t. Lippi ci scherza su: "Intoneremo Vita spericolata..."

UDINE, 9 settembre 2008 - Un palco enorme, dietro una delle due porte. A Udine c'è la Nazionale ma ci sarà pure VASCO ROSSI, venerdì sera in concerto al Friuli. La struttura ha destato qualche perplessità, ma la Federcalcio ha voluto evitare ogni polemica: "La soluzione rispetta i regolamenti della Fifa ed ha superato l'esame della commissione per la sicurezza - hanno precisato dalla Federcalcio. Noi eravamo 'arrivati prima', fermando la data, poi è stata organizzato il concerto, abbiamo chiesto se era il caso che cambiassimo sede, ma ci è stato detto che si poteva procedere con le due iniziative. La curva sarebbe stata comunque chiusa per mancanza di posti a sedere, quindi fuori norma".



NIENTE DRAMMI - Marcello Lippi ci ha scherzato su: "Era meglio se non c'era- ha detto il c.t. - ma non sarà un alibi. I giocatori al massimo canteranno vita spericolata...". A Gigi Buffon il palco ha fatto "una sensazione strana, non è il massimo dal punto di vista estetico ma per VASCO si può fare questo e altro. Peccato solo che io non sappia cantare". Totò Di Natale, che a Udine è di casa, l'ha presa bene: "Non è male, speriamo però di vedere la porta e non il palco". Un commento condiviso anche dallo stesso cantante, che non ha voluto far mancare il proprio in bocca al lupo agli azzurri: "Mi auguro che il mio palco porti fortuna e che i nostri attaccanti non si distraggano troppo".


Fonte della notizia: gazzetta.it
Sito web: www.gazzetta.it



1

Udine: c'è l'Italia. E anche Vasco

Gli azzurri si allenano vicino al palco

Prima della Nazionale, VASCO. Lo stadio 'Friuli' di Udine, dove mercoledì si gioca Italia-Georgia, venerdì ospiterà il concerto del rocker italiano, così gli azzurri, scesi in campo per l'allenamento, hanno trovato dietro una delle due porte l'enorme palco. La Federcalcio chiederà di montare un telo di protezione per limitare la perdita dei palloni. "Questa è l'unica questione da risolvere, per il resto tutto ok" dice il team manager azzurro Gigi Riva.

Che la capienza dell'impianto di Udine fosse ridotta per l'appuntamento rock era noto alla Federcalcio, ma dopo che Lippi, all'arrivo, ha fatto un breve sopralluogo per vedere come era posizionata l'enorme struttura, si è deciso per la richiesta del telo protettivo.

Poi il ct si è occupato delle questioni inerenti la formazione. Le prove continuano. Nella partitella che ha concluso l'allenamento, Lippi ha schierato Toni con Di Natale, in un tridente completato da Camoranesi. A centrocampo, Lippi ha messo De Rossi, Pirlo ed Aquilani, mentre in difesa con Cannavaro spazio a Legrottaglie centrale, Zambrotta a destra e Dossena a sinistra.

Lippi ha dato qualche indicazione di formazione. "Al pubblico di Udine possono dire che Di Natale giocherà dal primo minuto. I cambi rispetto a Cipro saranno 3-4 all'inizio, a cui vanno aggiunti i tre a partita in corso". Anche Legrottaglie sarà in campo insieme a Buffon e Camoranesi. "Sono felice perché Lippi ha fiducia in me" dice il difensore bianconero. "Ma sono che dovrò continuare a meritarmi il posto, partita dopo partita".

Dovrà invece aspettare, almeno inizialmente, Iaquinta. "Io intanto sono contento di essere tornato in Nazionale - ha detto l'attaccante -, visto che sono stato costretto a saltare gli Europei per un infortunio. Per il resto per me la concorrenza non è un problema, ce l'ho dappertutto". In effetti, inamovibile lo era solo a Udine. Dove adesso torna per questa partita con l'Italia. Mentre domenica a Torino, in campionato, arriverà l'Udinese. E con i friulani lo scatenato Di Natale.

Buffon passerà dalla felicità per i gol del compagno in azzurro alla preoccupazione per averlo come avversario. "A Cipro è stato bravissimo e adesso spera si ripeta anche con la Georgia. Poi però basta. Perché domenica me lo ritroverò contro e spero abbia finito la scorta di gol. Comunque bisognerà stare attenti non solo a lui, ma anche ad altri giocatori perché l'Udinese è una squadra di valore".

Fonte della notizia: sportmediaset.it
Sito web: www.sportmediaset.it



sabato 6 settembre 2008

2

Ripartiti!

E' ripartito venerdì da Teramo il VASCO.08 Live in concert.
Poche le novità: la scaletta è stata accorciata togliendo 2 brani (L'uomo che hai di fronte e Stupendo) ma aggiungendo Come stai.
Forse si sarebbe potuta inserire qualche altra canzone al posto di Come stai... magari tra quelle tagliate dopo le prove a Pieve di Cento.


Ho anche letto che durante Vita spericolata una ragazza è riuscita a salire sul palco e ad andare ad abbracciare VASCO.
La data di Udine ci dirà se è stato un caso (strano con tutta la sicurezza intorno al blasco) o un'altra "novità" di questa 2° parte di tour!



mercoledì 3 settembre 2008

0

Stef Burns alla Scuola di Musica Massimo Riva

Mercoledì 17 settembre la Scuola di Musica Massimo Riva apre l'anno musicale 2008/09 con un docente d'eccezione: Stef Burns!


Stef terrà dalle ore 20 un seminario seguito da una cena in sua compagnia alle ore 22 i posti sono limitati, prenotate al più presto!


Per informazioni chiamare il seguente numero dopo le 18.00: 377-9111302


Visita il sito della Scuola Massimo Riva

Fonte della notizia: vascorossi.net
Sito web: www.vascorossi.net



venerdì 22 agosto 2008

0

Dopo Bologna e Torino anche Bari raddoppia

Nasce e continua all’insegna dei raddoppi anche la seconda parte di questo Tour di VASCO!

L'entusiasmo dei fans ogni volta ci sorprende e per far fronte alla richiesta di biglietti e non costringere a lunghe trasferte a chi non vuole mancare all'appuntamento si è deciso di raddoppiare anche la data di Bari il 27 Settembre.
I biglietti per la seconda data di Bari saranno in vendita dalle ore 9 di giovedì 21 agosto attraverso il circuito TicketOne www.ticketone.it
Dalle ore 15 di giovedì 21 agosto la prevendita sarà avviata anche presso i Punti Vendita TicketOne. Questo dunque il calendario aggiornato del VASCO '08 Live In Concert:


05 settembre TERAMO - Data Zero
12 settembre UDINE - stadio Friuli
19 settembre BOLOGNA - stadio Dall'Ara
20 settembre BOLOGNA - stadio Dall'Ara
26 settembre BARI - arena della Vittoria
27 settembre BARI - arena della Vittoria
04 ottobre TORINO - stadio delle Alpi
05 ottobre TORINO - stadio delle Alpi


ATTENZIONE AI BIGLIETTI CONTRAFFATTI.
SI CONSIGLIA DI ACQUISTARLI SOLO NELLE PREVENDITE AUTORIZZATE.

Per maggiori informazioni Milano Concerti (a Live Nation company)
02 5300 6501 – info@milanoconcerti.netwww.livenation.it

Fonte della notizia: vascorossi.net
Sito web: www.vascorossi.net



venerdì 1 agosto 2008

0

Nasce Red, la tv pop-dalemiana dove Bersani intervista Vasco

Quasi pronto il palinsesto ideato da "Nessuno tv" e dalla fondazione Italianieuropei
L'obiettivo è anche la costruzione di un network politico: ritorna Folena, Craxi dj
di GOFFREDO DE MARCHIS

ROMA - La Max Television presenta grandi firme dell'informazione, un nuovo studio vicino a Montecitorio, programmi di intrattenimento condotti da politici. La nuova stagione del dalemismo vira così verso un certa leggerezza, rimescola le carte, confonde gli stereotipi: unirà Sex and the City e il nuovo centrosinistra, mischierà i classici dibattiti e VASCO ROSSI, la "linea" e una versione pop della sinistra. È quasi pronto il palinsesto del canale satellitare frutto della collaborazione tra Nessuno tv e la fondazione Italianieuropei, passando per Red, associazione dalemiana. L'intenzione è farne un network generalista, con star dell'informazione, trasmissioni non solo politiche, frequenti incursioni nella cultura, ma che conserverà l'ispirazione principale nelle posizioni politiche di Massimo D'Alema.

"Di tutto il centrosinistra e del Pd", precisa uno dei promotori, Matteo Orfini. L'ex ministro degli Esteri dovrebbe diventare il protagonista assoluto della televisione, attraverso una conversazione settimanale sul modello dei "caminetti" con i quali Roosevelt parlava al Paese.
Nessuno tv (canale 890 di Sky) cambierà anche nome. Quel "nessuno" appare davvero riduttivo per il nuovo ambizioso piano editoriale. Il nome definitivo dovrebbe essere Red Tv. Ai programmi stanno lavorando il direttore di Nessuno tv Claudio Caprara, collaboratore di D'Alema a Palazzo Chigi nel '97 e '98, e il braccio destro del presidente di Italianieuropei, il giovane Orfini. Già contattate Lucia Annunziata e Rula Jebreal.

La prima condurrà una striscia d'informazione quotidiana, la seconda, insieme con il giornalista del Riformista Stefano Cappellini, andrà addirittura a sfidare Michele Santoro e Anno Zero il giovedì sera, con un programma di approfondimento (e per la prima puntata si cerca la disponibilità di Walter Veltroni).
Al mondo dalemiano, Red Tv si è rivolta anche per confezionare trasmissioni lontane dalla politica. Alcuni dirigenti di area intervisteranno i loro miti letterari o del mondo dello spettacolo. La serie si chiamerà "I fan". Cuperlo ha già registrato una conversazione con Joe R. Lansdale, giallista americano di culto, amato anche da D'Alema: "Avevo i brividi". Il direttore del Riformista Antonio Polito intervisterà Nick Hornby. Orfini e Caprara sono alle costole di Samantha (l'attrice Kim Cattrall), la più "scatenata" delle ragazze di Sex and the City. Le farà il terzo grado un personaggio misterioso.

Ma il fiore all'occhiello dovrebbe essere lo scoop di Pierluigi Bersani. Il ministro ombra dell'Economia sta convincendo VASCO ROSSI ad aprirsi con lui, che è un suo ammiratore. A proposito di musica, ci sarà anche uno spazio settimanale dedicato esclusivamente alle note. Per condurlo è stato scelto a sorpresa non un deejay famoso, ma Bobo Craxi. Il figlio di Bettino se la cava bene con la chitarra, ma soprattutto è amico di alcune stelle della musica italiana. Da Lucio Dalla, che era anche amico del padre, alle più recenti frequentazioni con Francesco De Gregori, Pino Daniele e Umberto Tozzi. Senza contare l'amicizia fraterna con Fiorello. Con Craxi in studio la possibilità di aver ospiti così prestigiosi (e così cari dal punto di vista economico) diventa concreta.

L'attuale Nessuno tv ha 40 dipendenti, 12 fra giornalisti e programmisti. Oggi vive coi 4 milioni l'anno ottenuti grazie alle legge Gasparri. Il vicedirettore è Mario Adinolfi, avversario di Veltroni alle primarie. Due parlamentari, Giorgio Tonini e Luigi Zanda mettono la loro firma per ricevere i contributi pubblici previsti per l'emittenza radio-televisiva. Il canale si è dotato anche di un comitato di garanti che verifica l'uso delle risorse statali: Giorgio Ruffolo, Franco Iseppi e Andrea Monorchio. Poi ci sono i soci privati. L'azionista di maggioranza è Digital Magics, società che si occupa di contenuti multimediali, Caprara ha una sua quota. Oggi il canale trasmette 7 ore di programmi ogni giorno.

Ma da ottobre cambia tutto, non solo il nome. Le ore salgono a 10, forse cambierà il canale Sky, Red trasmetterà anche in chiaro usando un network di televisioni locali. Il contratto di collaborazione con Italianieuropei porterà qualche risorsa in più. "Noi cercheremo di contrattualizzare tutti - spiega Caprara -. Ma faremo le nozze con i fichi secchi. Alle star possiamo offrire soprattutto uno spazio per sperimentare nuovi linguaggi, questo sì". Dietro il palinsesto multiforme, il desiderio di una televisione ricca di contenuti, resta sempre la politica, di cui Red Tv sarà uno strumento. La presenza di Craxi ad esempio è anche un segnale di attenzione per il Partito socialista. E Pietro Folena, impegnato nella costruzione della Costituente di sinistra, la creatura di Nichi Vendola, avrà un programma tutto suo. Red Tv dunque sarà aperta anche all'ala radicale uscita sconfitta dal congresso di Rifondazione ma presente nei territori e nelle regioni. Detto questo, l'ingresso di Folena in Red Tv ha anche risvolti personali. Segna il riavvicinamento tra D'Alema e il suo ex pupillo, dopo un gelo assoluto durato ben dieci anni.

Fonte della notizia: repubblica.it
Sito web: www.repubblica.it



giovedì 31 luglio 2008

0

Data zero: Teramo

La redazione del sito ufficiale annuncia che venerdì 5 settembre 2008 a Teramo ci sarà la data zero della seconda parte del tour.

Ecco la locandina della 2° parte del tour:


Fonte della notizia: vascorossi.net
Sito web: www.vascorossi.net



1

La prima pagina...

Stamattina su DNews (edizione di Milano) c'era la foto di VASCO in prima pagina.
...Perché?
Perché ci sono stati problemi (gravi) tra un ragazzo disabile e la sicurezza.
E VASCO? Cosa c'entra?
Eppure la sua faccia è li...
Ribadisco... Perché?




lunedì 28 luglio 2008

2

Albakiara Il Film esce il 26 settembre

Un film dalla bellissima canzone Albachiara di VASCO ROSSI era necessario? Forse no. Almeno lasciateci la C, per favore!
No, la pellicola è stato intitolato Albakiara - Il film perché racconta di questi giovanetti che usano le K ovunque e perché la protagonista Chiara usa questo nick su internet.

Da come leggo però Albakiara non ricorda affatto la canzone di VASCO. Chiara (Laura Gigante) non è come la protagonista della canzone, non le piace studiare, non si veste svogliatamente (anzi!), non diventa rossa se qualcuno la guarda. No. Chiara adora le serate in disco con le amiche tra alcool e droga e sesso, adora il suo look curato, ha un ragazzo, Nico (Davide Rossi), dj e gestore di un sito porno (e attore all’occorrenza), ed un amico pusher. VASCO, ribellati.

Dirige Stefano Salvati, nel cast Franco Nero, Raz Degan, Alessandro Haber, Davide Rossi, Kelly Potts, Ivano Marescotti, Laura Gigante, Dario Bandiera.
Al cinema dal 26 settembre.
Lo script è di Carlo Lucarelli (sic!), Stefano Salvati con il contributo di Ilaria Bernardini e Lorenzo Miglioli.

Fonte della notizia: cineblog.it
Sito web: www.cineblog.it



venerdì 25 luglio 2008

0

Vasco e... la Serie A!

E' il giorno dei calendari

Il sorteggio (trasmesso su Rai 2 e sul nostro sito) comincerà alle 17.15. Il Consiglio di Lega ha cancellato le teste di serie: subito possibili i big match, come in Premier. Il campionato comincerà con l'anticipo delle 18 di sabato 30 agosto e finirà il 31 maggio

ROMA, 25 luglio 2008 - E se partissimo con Milan-Inter? O con Roma-Inter? E Roma-Lazio? Oppure Milan-Juve? Potrebbe capitare. Perché il calendario del campionato di A che nasce oggi alle 17.25 a Roma nel salone d'onore del Coni (assieme a quello di B, diretta tv su RaiDue) viene creato dal computer con input rivoluzionari. Sarà come essere in Inghilterra, dove non si ha paura di iniziare con Liverpool-Arsenal. Il consiglio di Lega ha cancellato le teste di serie, cioè quel criterio in base al quale le più forti alla partenza non si affrontavano tra loro e godevano di un inizio "facile", cioè con squadre sulla carta più deboli. Stavolta Marco Brunelli per la Lega e Vera Belella della Federcalcio hanno "condizionato" il computer per la prima giornata del 31 agosto (anticipi alle 18 e alle 20. 30 di sabato 30, posticipo la domenica sera) soltanto imponendo l'inversione del campo per le squadre che condividono lo stesso stadio a Milano, Roma, Torino e Genova. Inter e Juve giocheranno sicuramente in trasferta, Milan e Roma in casa. Inter e Juve non si potranno incontrare, per il resto saranno possibili tutti gli scontri tra big.

IL DERBY E VASCO- Il torneo che si concluderà il 31 maggio vedrà piccoli accorgimenti: nei tre turni di mercoledì non ci saranno derby (l'anno scorso a Roma si giocò sia andata sia ritorno a metà settimana). Una richiesta delle tv e dell'Osservatorio sull'ordine pubblico. Molto più incisivo sul calendario VASCO ROSSI e il suo tour che continua a settembre: quando a Udine, Bologna e Firenze ci sarà lui la squadra di calcio giocherà fuori. Il Comune di Torino ha concesso il Comunale per Italia-Argentina di rugby del 15 novembre: Juve o Torino anticiperanno a giovedì.

GALLIANI E LA B - Oggi all'Olimpico prima dei calendari si svolgeranno l'assemblea di A che deve decidere la mutualità verso la B e l'assemblea generale per la quadratura del sistema. In mattinata si sono autoconvocati i presidenti di B per esercitare ogni tipo di pressione verso i colleghi della A. La B si è rivolta "all'amico Adriano Galliani perché ha sempre saputo mediare e non si è mai dimenticato di noi". Ieri il presidente facente funzione del Milan ha osservato: "Stefano Fantinel della Triestina mi ha appena espresso tutte le aspettative della B, ne ho parlato con il presidente di Lega per la A Massimo Cellino del Cagliari. Penso che ci vorrà molto lavoro per convincere tutti i presidenti, soprattutto quelli delle medio-piccole, a garantire 65 milioni alla B più il paracadute per chi retrocede che può andare da 7, 5 a 22,5 milioni a seconda che vada giù una neopromossa o una veterana. Vuol dire che la A deve garantirsi entrate da diritti tv e sponsor dagli 80 ai 90 milioni. Ritengo comunque che il senso di solidarietà sarà forte".

Fonte della notizia: gazzetta.it
Sito web: www.gazzetta.it



giovedì 24 luglio 2008

0

Dvd musicali

I dvd musicali più venduti in Italia (agg. 23 luglio 2008)

01. When In Rome... Genesis 2007 - Genesis
02. Live 2003 - Coldplay
03. Vasco @ Olimpico 07 - VASCO ROSSI
04. Figli del sogno - Renato Zero
05. Gigi D’Alessio Live A L’Olypia - Gigi D’Alessio
06. Zimmer 483 Live in Europe- Tokio Hotel
07. Vasco Rossi @ S.Siro 03 - VASCO ROSSI
08. Schrei - Tokio Hotel
09. Pink Floyd Live At Pompei - Pink Floyd
10. Leb Die Secunde - Tokio Hotel

Fonte della notizia: soundsblog.it
Sito web: www.soundsblog.it



venerdì 18 luglio 2008

0

Vodafone lancia il download di Vasco Rossi senza drm

Vodafone Italia lancia un servizio di download musicale sul cellulare.
Formato mp3, senza drm, cioè i lucchetti digitali che impediscono la copia dei contenuti. Le canzoni scaricate in mobilità possono quindi essere trasferite su pc, lettori mp3 e altri terminali. L'accordo riguarda, tra le case discografiche, solo Emi Music, anche se il catalogo comprende soltanto VASCO ROSSI.
E' già disponibile il download delle canzoni di VASCO sul portale Vodafone live. Possono essere scaricate al massimo dieci canzoni, ad un costo di 5 euro. Presto, assicura l'azienda, il catalogo sarà ampliato con l'arrivo di Lenny Kravitz e i Coldplay.


Fonte della notizia: ilsole24ore.com
Sito web: www.ilsole24ore.com



lunedì 14 luglio 2008

0

«Il concerto di Vasco all'aeroporto»

L’appuntamento è per il 12 settembre

Il sindaco: prenderò contatti con l’Enac, credo che il Friuli Vg non possa perdere una manifestazione così importante
VASCO ROSSI all'aeroporto "Duca d'Aosta" di via Trieste.
È questa l'idea del sindaco, Ettore Romoli, per evitare che la nostra regione perda il concerto stagionale del mitico Blasco.
Avrebbe dovuto cantare a Udine, allo stadio "Friuli", il 12 settembre, ma i problemi organizzativi legati alla quasi contemporanea partita della Nazionale di calcio con la Georgia sta mettendo fortemente a rischio l'esibizione della rockstar.
Ricordiamo che la gara dell'Italia di Lippi si giocherà il 10 settembre, vale a dire a soli due giorni dall'appuntamento con la rockstar italiana. L'entourage di Rossi, tuttavia, ha già fatto capire a chiare lettere che in un lasso di tempo così ristretto è impossibile montare il mega-palco su cui l'artista si esibirà. E, viste le difficoltà, in quanto anche a Trieste gli spazi non sarebbero adeguati, il sindaco Romoli lancia l'ipotesi Gorizia, ovvero la grande area del "Duca d'Aosta". «Sono dispostissimo a impegnarmi personalmente per verificare questa possibilità con i vertici dell'Enac, ovvero l'Ente nazionale per l'aviazione civile che ha giurisdizione sull'aeroporto – rimarca il primo cittadino –, certo ci sarà da risolvere tutta una serie di questioni organizzative, legate, in particolare, alla sicurezza, ma penso che ci sia il tempo per farlo, anche se strettissimo, visto che il concerto si dovrebbe svolgere il 12 settembre. Per evitare che il Friuli Venezia Giulia perda il concerto di Vasco Rossi credo vada percorso ogni tentativo possibile, quindi anche quello del "Duca d'Aosta", i cui spazi mi sembrano assolutamente adatti a ospitare una manifestazione di questo livello, pur essendo consapevole – precisa il sindaco – che dovranno essere risolti tutti i problemi legati alla sicurezza».
Gorizia si propone, dunque, come alternativa allo stadio "Friuli", nel caso in cui nel capoluogo friulano non si riuscisse a trovare una soluzione che consenta la convivenza fra il concerto di VASCO e la partita degli azzurri con la Georgia. Da diversi giorni, a Udine, questa vicenda è al centro di un vivace dibattito e di frenetiche trattative per evitare il "disastro". Il problema è che il palco per il concerto, che si svolgerà di venerdì, deve essere montato nei giorni precedenti l'avvenimento, ma le misure di sicurezza per la partita della Nazionale, prevista per il mercoledì, impediscono, di fatto, questa operazione. Le soluzioni finora cercate fra Azalea promotion, l'agenzia organizzatrice del concerto, il Comune di Udine e la Figc non sono andate a buon fine, anche se si sta ancora inseguendo una via d'uscita. In caso contrario e se non saranno trovate alternative in regione, il concerto si svolgerà in Veneto, per la precisione a Verona. Chissà che a "salvare" la tappa di VASCO in Friuli Venezia Giulia non sia proprio Gorizia.

Fonte della notizia: messaggeroveneto.repubblica.it
Sito web: messaggeroveneto.repubblica.it



venerdì 11 luglio 2008

0

I remix di 'Gioca con me'!!!

Ascoltateli in anteprima assoluta su VASCOWELOVEYOU.IT da oggi in tutti i negozi il cd singolo con 7 versioni e il videoclip!!!
Dal 18 luglio invece il rarissimo mix in vinile in tiratura limitata di 3000 copie numerate...

Fonte della notizia: vascorossi.net
Sito web: www.vascorossi.net



martedì 8 luglio 2008

0

VASCO.08 Ancora raddoppi!

RADDOPPIO A TORINO E BOLOGNA!

Vista l’enorme richiesta di biglietti per il concerto torinese di VASCO ROSSI, per il quale sono disponibili gli ultimissimi biglietti, e per il concerto di Bologna, per cui i biglietti sono già esauriti, Milano Concerti ha il piacere di annunciare che il Vasco.08 Live In Concert replicherà l’appuntamento bolognese del 19 con un secondo concerto il 20 settembre, e quello del 4 ottobre a Torino il giorno seguente.
I biglietti per il secondo show torinese saranno in vendita dalle 22:00 di stasera, 8 luglio, sul sito TicketOne www.ticketone.it e dalle 10:00 di domani, 9 luglio, in tutti i punti vendita autorizzati.
I biglietti per il secondo spettacolo al Dall’Ara di Bologna saranno invece disponibili dalle 22:00 del 9 luglio sul sito TicketOne e dalle 10:00 del 10 luglio in tutti i punti vendita autorizzati.

12 settembre UDINE Stadio Friuli
19 e 20 settembre BOLOGNA Stadio Dall’Ara
26 settembre BARI Arena Della Vittoria
4 e 5 ottobre TORINO Stadio Delle Alpi

Fonte della notizia: vascorossi.net
Sito web: www.vascorossi.net



venerdì 4 luglio 2008

1

Vasco su Roxy Bar

Un VASCO così non si è mai visto.
Lui comunica con le canzoni ed è restio a farlo con le parole. Qui, invece, uniamo le due cose
...
In questo DVD ascoltiamo insieme a VASCO le prime quattro canzoni dell’album.
“Il mondo che vorrei”, una delle canzoni più amare, come dice lui, che VASCO abbia scritto.
“Vieni qui”, dove si volta completamente pagina con un VASCO “birichino”.
“Gioca con me”, con tutte le chitarre suonate da Slash.
“E adesso che tocca a me”, un vero capolavoro che racconta lo smarrimento che si ha quando si realizzano i sogni. Perché erano meglio le illusioni?...
...
Per saperne di più potete collegarvi al sito del Roxy Bar: www.roxybar.it/DVD

Fonte della notizia: vascorossi.net
Sito web: www.vascorossi.net



mercoledì 2 luglio 2008

0

Vasco Remix, 20mila pagine viste

(ANSA) - ROMA, 2 LUG - Si è concluso su myDeejay il concorso "Vasco remix" che permetteva di modificare in maniera originale il singolo di VASCO ROSSI Gioca con me.
Grazie alla partnership fra Emi Music Italy e Radio Deejay, gli utenti hanno potuto scaricare separatamente tutte le basi e i componenti di Gioca con me per poter realizzare un proprio personale remix.
Le pagine viste su myDeejay sono state 20.000, le pagine visitate sullo Special Store 5.500.
Il vincitore sara' scelto tra i 130 remix caricati sul sito.


Fonte della notizia: ansa
Sito web: www.ansa.it



venerdì 27 giugno 2008

0

VASCO.08 Ritorna a settembre!

Riparte da Udine il 12 settembre il Vasco.08 Live In Concert.
Sono oltre 500.000 gli spettatori che hanno partecipato alla prima parte del tour 2008 che termina proprio in questi giorni con le due date a Salerno (27 e 28 giugno) e quella di Messina (4 Luglio).
Da record le quattro date consecutive a Roma e a Milano per circa 280.000 persone, le due ad Ancona per oltre 70.000, e la memorabile esibizione all’undicesima edizione dell’Heineken Jammin’ Festival al Parco San Giuliano di Venezia. Il Blasco è anche quest’anno il re indiscusso degli stadi.

Per questo a grande richiesta Milano Concerti ha il piacere di aggiungere quattro nuove date al calendario; il giro del rock’n’roll show di VASCO riprenderà a settembre e toccherà quattro città non ancora visitate nella prima parte del tour:

12 settembre UDINE Stadio Friuli
19 settembre BOLOGNA Stadio Dall’Ara
26 settembre BARI Arena Della Vittoria
4 ottobre TORINO Stadio Delle Alpi

I biglietti saranno in vendita dalle ore 22:00 di lunedì 30 giugno tramite il sito www.ticketone.it e dalle 10:00 di martedì 1° luglio nei punti vendita TicketOne e nelle prevendite autorizzate.

ATTENZIONE AI BIGLIETTI CONTRAFFATTI.
SI CONSIGLIA DI ACQUISTARLI SOLO NELLE PREVENDITE AUTORIZZATE.

Per maggiori informazioni Milano Concerti (a Live Nation company)
02 5300 6501 – info@milanoconcerti.netwww.livenation.it – SITO UFFICIALE: www.vascorossi.net

Fonte della notizia: vascorossi.net
Sito web: www.vascorossi.net



0

Sconcertiamoci! Basta con i diritti di prevendita

Il movimento consumatori denuncia all'antitrust i principali organizzatori di concerti e Ticketone

Da 4,50 euro a 12,00 euro in più per il concerto di Bruce Springsteen, da 4,80 euro a 7,50 euro in più per il concerto di VASCO ROSSI, da 3,45 euro a 6,75 euro in più per il concerto di Zucchero, oltre a commissioni del 5/10%, in caso di acquisto on line: questi alcuni dei risultati dell'indagine svolta dal Movimento Consumatori nell’ambito della campagna “Sconcertiamoci” sul prezzo dei biglietti dei principali concerti in programmazione in Italia.

Queste le principali accuse mosse dal Movimento Consumatori al settore dell’organizzazione di concerti: secondo Lorenzo Miozzi, Presidente nazionale dell’associazione, “i diritti di prevendita risultano applicati da tutti da tutti i principali operatori del settore in misura sostanzialmente uniforme e pari a circa il 15% del prezzo del biglietto, indipendentemente dal canale distributivo utilizzato (punti vendita, call center, siti web). Ciò determina la variazione del diritto di prevendita da un minimo di pochi euro ad oltre una decina di euro, per lo stesso evento, sebbene la struttura dei costi dell’attività di prevendita resti invariata”.

Con riferimento al principale operatore specializzato nella vendita di biglietti on line o tramite call center, la TicketOne S.r.l., al diritto di prevendita, pari appunto al 15%, alla stessa riconosciuto dai principali organizzatori di concerti si aggiungono ulteriori, ingiustificati, “balzelli” a carico dell’acquirente rappresentati dal costo della telefonata, pari ad almeno 1 euro al minuto, se si utilizza il call center, e da una commissione aggiuntiva variabile fra il 5 ed il 10 % del prezzo del biglietto per le transazioni on line.

“Il quadro emerso dalle nostre indagini, avviate nell’autunno dello scorso anno, ci ha spinto a presentare, all’inizio dell’anno, una denuncia all’Antitrust: riteniamo, infatti, che esista un accordo anticoncorrenziale fra i principali organizzatori di concerti, in relazione ai diritti di prevendita, nonché un abuso di posizione dominante ad opera di Ticketone” - aggiunge l’avv. Monica Multari dell’Ufficio Legale Nazionale dell’associazione -“ad oggi, però, non ci risulta adottato alcun provvedimento da parte dell’Autorità garante, per questo chiediamo ai consumatori di sostenere la nostra iniziativa, sollecitando l’Antitrust ad avviare il relativo procedimento”.

Movimento Consumatori invita quindi i cittadini a sollecitare l’intervento dell’AGCM inviando via mail a antitrust@agcm.it la lettera predisposta dall’Associazione e scaricabile dal sito www.movimentoconsumatori.it .



1

I residenti di San Siro dicono no ai concerti

I residenti della zona San Siro dicono nuovamente “no” ai concerti del Giuseppe Meazza. Gli abitanti del quartiere che circonda lo stadio lamentano il troppo rumore in occasione dei "live".

Eppure il problema sembrava risolto con l’installazione dei pannelli fonoassorbenti e con il blocco del traffico, in occasione dei concerti, per tutto il pomeriggio. Nulla da fare. Così il problema si è riproposto all’inizio della stagione concertistica.

"È come se qualcuno comprasse una casa davanti a un'autostrada e poi costituisse un comitato per protestare sul passaggio dei veicoli" commenta amaro al Corriere della Sera l'assessore Giovanni Terzi. Sono 47 i residenti che hanno presentato ricorso al Tar. 5 di questi hanno ritirato il biglietto per il live di VASCO ROSSI...

Fonte della notizia: musica.excite.it
Sito web: musica.excite.it



giovedì 26 giugno 2008

1

Bologna: Vasco Rossi ascoltato dai pm sull'arresto del cognato

BOLOGNA - Prosegue l'inchiesta sui sette spacciatori arrestati martedì per detenzione di droga. Mercoledì pomeriggio i pm della Procura felsinea, Valter Giovannini e Lorenzo Gestri, hanno ascoltato il cantante VASCO ROSSI (estraneo ai fatti) come persona informata dei fatti. Ai domiciliari è finito il suo body guard, factotum e cognato Danilo D'Alessandro detto 'Roccia'.

Il 45enne milanese, compagno della sorella della moglie di VASCO, è accusato della detenzione e della cessione di piccoli quantitativi di cocaina. Al suo nome gli inquirenti sono giunti attraverso alcune intercettazioni telefoniche a carico di un gruppo di pusher albanesi in cui veniva indicato con il suo soprannome.

Gli inquirenti hanno perquisito con esito negativo anche la sede di Area in via Emilia Levante a Bologna, il "quartier generale" di VASCO che 'Roccia' frequentava assiduamente. In un garage del condominio, di uso esclusivo di D'Alessandro, è stata rinvenuta una pistola giocattolo, riproduzione di una Beretta 9 per 21.

Le indagini hanno permesso di appurare che Carmelo Cagnolo, il poliziotto 36enne in servizio a Roma al Ministero dell'Interno, aveva cercato con insistenza di ottenere informazioni sull'inchiesta, contattando più volte poliziotti bolognesi. Questi hanno riferito dei suoi tentativi ai procuratori.

Fonte della notizia: romagnaoggi.it
Sito web: www.romagnaoggi.it